Teatro Magro

PAROLA ALLA SCIENZA #03 – SN| 1604 corpo celeste

#03 –  SN| 1604 corpo celeste nulla-tutto si crea, si distrugge, si trasforma

Adamo è stato il primo uomo quaggiù
E Yuri Gagarin il primo lassù
E tutto il mondo con la testa all’insù
Pensa all’uomo che è volato nel blu
Lassù nel ciel,
Nell’infinito spazio cosmico.

Dieci, nove, otto, sette, sei, cinque
quattro, tre, due uno, Partenza

Sono qui che galleggio
attorno al mio barattolo di latta,
Lontano sopra la Luna,
Il pianeta Terra è blu
E non c’è niente che io possa fare

Crescendo in numeri
crescendo in velocità
le persone si uniscono
le persone si dividono
nessuno può fermarci ora
perché siamo tutti fatti di stelle

In tutto quel chiarore sterminato,
dove ogni lontananza si disperde,
guardando quel silenzio smisurato
l’uomo…
si perde…

stupito dallo stupore: io
un universo di atomi
un atomo nell’universo.

– – –

regia | Flavio Cortellazzi
con | Elia Grassi
scenografie, musiche, costumi | Teatro Magro
video | Roberto Pavani Matteo Codognola
allestimento tecnico | Andrea Manicardi
grafica | Barbara Rondini
consulenza scientifica e distribuzione | Alkémica Cooperativa Sociale onlus
con il contributo di | Fondazione Cariplo
produzione | Pantacon