Teatro Magro

A menadito

 

 

 

 

Il dominio intellettuale passa per il potersi aggirare in una porzione dello scibile sapendo dove sta ogni cosa,
alla perfezione,
benissimo,
per filo e per segno,
dalla A alla Z.

Un tempo sapevamo
il mondo a menadito:
era così piccolo 
da stare tra due mani,
un libro.

L’attore conosce a memoria il libro. Lo conosce bene, benissimo, a menadito in ogni sua pagina, in ogni anfratto di ciascuna parola scritta, in ogni suo passaggio sia anche nascosto o sottinteso. Il pubblico ha la facoltà di aprire il libro ad una pagina casuale e l’attore, dopo una rapida lettura introduttiva delle prime righe della pagina, comincia a raccontare, da quel punto in poi, cosa accade nel libro. Tutto a memoria. Tutto a menadito. E così, da uno stralcio di narrazione, si aprono frammenti performativi: aneddoti, collegamenti, rimandi, risposte, epiloghi, immagini e suggestioni. L’atto teatrale continua, si può selezionare ancora e ancora. Davanti a sé il pubblico ha una sorta di wunderkammer – una stanza delle meraviglie dove i collezionisti raccoglievano oggetti straordinari. Il libro non ve lo leggiamo. Ve lo raccontiamo. A memoria. E ve lo dimostriamo. Si può rimanere affascinati, ascoltando, in uno stato di meraviglia.

regia Flavio Cortellazzi | scenografie, musiche, costumi Teatro Magro | produzione Teatro Magro | foto Stanislav Sevcenco

* Jane Eyre
 | di Charlotte Bronte
 | con Agata Torelli
* Uomini e topi
 | di John Steinbeck
 | con Iulian Puscasu

* Le tre del mattino | 
di Gianrico Carofiglio
 | con Matteo Varini
* Il meglio dei racconti
 | di Dino Buzzati
 | con Vanessa Dalla Ricca

* Il punto critico | 
di Malcom Gladwell
 | con Kati Gerola
* Appunti di un giovane medico
 | di Michail Bulgakov | 
con Angelica Belladelli

* L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello
 | di Oliver Sacks
 | con Fabio Dorini
* Musica | 
di Yukio Mishima | 
con Pietro Varini

* L’ozio come stile di vita
 | di Tom Hodgkinson | 
con Silvia Cortellazzi
* Altri libertini | 
di Pier Vittorio Tondelli
 | con Eugenio Negrini

* Il signore delle mosche | 
di William Golding
 | con Elena Truzzi
* Fahrenheit 451
 | di Ray Bradbury
 | con José Andrés Tarifa Pardo

* La seduzione di Elia
 | di Mario Mirandola
 | con Elia Grassi
* Ogni cosa è illuminata
 | di Jonathan Safran Foer
 |con Lorenzo Mirandola


* Il grande quaderno
 | di Ágota Kristóf
 | con Iulia Puscasu
* Di cosa parliamo quando parliamo d’amore
 | di Raymond Carver
 | con Rebecca Cenzato

* Il Giardino dei Finzi-Contini | 
di Giorgio Bassani | 
con Desirée Mora
* Cuore di Tenebra | 
di Joseph Conrad
 | con Francesca Annibaletti

Direzione artistica: Flavio Cortellazzi | flaviocortellazzi@teatromagro.com

Distribuzione: Fabio Dorini | fabiodorini@teatromagro.com

www.teatromagro.com